ROMA FRINGE FESTIVAL: GUERRIERE, tre donne speciali - Gufetto Magazine

ROMA FRINGE FESTIVAL

ROMA FRINGE FESTIVAL: GUERRIERE, tre donne speciali

È andato in scena al Fringe Festival di Roma GUERRIERE, uno spettacolo intenso tratto da documenti originali ed esclusivi che descrivono tre donne nella Grande Guerra che vivono la drammaticità di questo evento non soltanto limitandosi alla cura della casa, dei figli, in completa solitudine come spesso accade, ma stravolgendo l’immaginario collettivo dando vita a tutta un’altra storia.

Angela che fin da bambina si dimostrava ostile all’Austria e pronta a tutto pur di difendere il Re e l’Italia si traveste da uomo e decide di andare a combattere raccontando nel suo diario la vita di trincea.
Eva un albergatrice che cerca di imitare la Regina Elena e, nonostante la sua aria da snob, dà un contributo importante come crocerossina.
Franca, pur di rivedere suo marito al fronte, costruisce armi e, ogni fine settimana con un cesto sulle spalle attraversando le Alpi fra la neve e il gelo insieme alle altre volontarie, si reca nei luoghi di battaglia per distribuirle ai soldati rischiando di finire sotto il fuoco dei cecchini austriaci.

Un’interpretazione magistrale quella di Giorgia Mazzucato che si cala nella parte delle tre donne recitando momenti di storia sconosciuti con un enfasi e un emotività vera, intensa, rivisitando avvenimenti che hanno segnato una generazione e un intero paese con l’intento di fornire una nuova visione a 100 anni di distanza dallo scoppio della Grande Guerra.
Il tutto accompagnato dalla musica di Veronica Giuffrè (violino), Mario Di Marco (clarinetto), Dario Giuffrida (melodica) che regalano allo spettacolo un tocco in più, ben strutturata la scenografia che riempie per intero il palco rappresentando in maniera dettagliata i luoghi vissuti dalle tre donne come la trincea, la hall dell’albergo, un caminetto e il letto di un ospedale dove si svolge la scena finale in cui tutte le convinzioni e il patriottismo gratuito di Angela vengono meno davanti alla distruzione, alla sofferenza e alla morte non solo reale ma spesso evocata dai soldati che solo una guerra assurda riesce a suscitare nelle menti provate da tanto odio e rabbia.

Uno spettacolo ottimamente interpretato che merita di essere visto anche per il notevole lavoro storico e di ricerca su cui è stato scritto.

GUERRIERE
Regista, attrice: Giorgia Mazzucato – Allestimento scenico: Gaetano Pimpolini Tecnica: Paolo Facco, Dario Giuffrida – Musiche di Mario Di Marco – Veronica Giuffrè (violino), Mario Di Marco (clarinetto), Dario Giuffrida (melodica) Drum synth e programmazione scenografia: Graziano Pimpolari e Livia Centonze – Luci: Paolo Facco Compagnia Giorgia Gigia Mazzucato – Associazione Teatro Boxer

seguici su Facebook
seguici su Linkedin
seguici su Google +
seguici su Pinterest
seguici su Twitter