CARTELLONE - Teatro Duse - Stagione 2013-4 - Gufetto Magazine

CARTELLONE - Teatro Duse - Stagione 2013-4

La nuova stagione prevede 12 spettacoli, tutti diversi per clima e idea narrativa. Molti testi sono inediti, nati dalla duplice esigenza di raccontare la realtà di oggi e di far ridere e sorridere, riflettendo. Tra commedie divertenti e spettacoli più intensi il tentativo è quello di raccontare dove sta andando il nostro Paese.

 

 Dal 3 al 20 ottobre 2013
UN, DUE, TRE, STELLA
Di Paolo Andreotti
Sinossi
Ugo abbandona Stella sull’altare il giorno delle attesissime nozze. Cosa ne pensano Ubaldo, Gastone e Orso, i tre migliori amici e testimoni del fuggitivo? “È una donna: prova a rovinarle un programma qualsiasi e non te lo perdonerà più per tutta la vita.” Ma poi, gli stessi, fanno a gara per consolarla, coccolarla, cercare di risarcirla della vile fuga del loro amico fraterno. Finché non si innesca tra loro una specie di competizione per conquistare il cuore, e non solo, dell’inconsolabile Stella. Apparentemente inconsolabile, perché Stella, dopo uno sbandamento iniziale più che comprensibile, recupera tutte le sue facoltà, o forse sprofonda nel delirio assoluto, e si diverte a stuzzicare i tre, arrivando ad offrirsi come premio per il vincitore. Così il preciso Ubaldo, il sensuale Gastone e il romantico Orso, cercano di superarsi, mostrando le loro doti, e sferrandosi colpi bassi, finché, alla fine del viaggio di nozze trascorso con una delle testimoni di Stella, non torna Ugo, e allora…Una commedia frizzante, piena di situazioni esilaranti e colpi di scena, dalla quale si evince che l’uomo perfetto non esiste. E nemmeno la donna.

Dal 24 ottobre al 3 novembre 2013
ALL’EGRO CON BRIO
Di Emiliano Morano
Con Giacomo Genova e Marta Bianco
Aiuto Regia Laura Bonato
Sinossi
Parole che raccontano; Inezie che divertono; Canzoni che emozionano. Questi gli ingredienti base per uno spettacolo completo, che il giovane Giacomo Genova, con classe e verve, cuocerà a fuoco vivo per regalare al pubblico il meglio della tradizione romana fatta in casa. A parte, soffriggerà un trito di canzoni, poesie, monologhi e sketches, sfumandolo con l’effervescenza propria dell’avanspettacolo…in salsa ironica. La giovane Marta Bianco condirà lo show insaporendolo con femminilità e pepe quanto basta. Il tutto verrà mantecato aggiungendo, di volta in volta, una spolverata di umorismo e una grattugiata di improvvisazione per essere poi servito…con brio!

 

 

Dal 14 novembre all’’1 dicembre 2013
AMARO CALAMARO SAPORE IGNARO
Di Marcello Paesano
Con Marcello Paesano, Valeria Panepinto, Sara Spelta, Max Zanussi
Questa è la storia di un calamaro. Del calamaro. Che, mascherato da digestivo di fine pasto, si avventura nella pericolosa missione di compromettere la fraterna amicizia tra due vecchi compagni di banco. E’ sera. Siamo in casa Sorrisini, dove si sta per consumare una sfarzosa cena a base di pesce e chiacchiere. Casa Sorrisini è ben arredata e accogliente. Casa Sorrisini è uno degli orgogli della padrona, Elena. Come ospiti gli ancora non coniugi Riserva. La coppia Riserva pensa di sposarsi e non lo fa. La serata è organizzata ad HOC per festeggiare l’entrata in commercio del nuovissimo e rivoluzionario “Amaro Calamaro – Sapore ignaro”, una casuale e fortunata invenzione del padrone di casa, Ettore. Tutto è buono buonissimo. Tutto è bello bellissimo. Tutto è al loco giusto. Ma qualcosa non quadra, comincia ad andare storto come un signore con una gamba più corta dell’altra. E lo stesso tutto, lentamente, cade.”

 

Dal 5 al 15 dicembre 2013
IL CATALOGO
Con Sabrina Crocco e Sandro Torella
Sinossi
Commedia del 1968, scritta dal francese Jean Claude Carrière. Jean- Jacques è un Don Giovanni del nostro secolo, avvocato di successo di giorno, amante forsennato e un po’ malinconico di notte, che per ricordarsi i nomi e i volti delle sue spasimanti li annota in un catalogo. A incrinare il suo equilibrio è la visita inaspettata di Suzanne, donna contraddittoria, dall’aria trasognata ma allo stesso tempo molto sensuale, che pretende (con successo) di stabilirsi a casa sua.

 

 

Dal 2 al 12 gennaio 2014 POST PARTUM LUI
Di Betta Cianchini
Con Andrea Lolli
Sinossi
La generazione degli "attuali papà" è la prima generazione italiana in assoluto a confrontarsi con la nevrosi del "Post Partum... maschile". Oltre all’'ansia da prestazione maschile - ormai dirottata soprattutto sul piano lavorativo - i neo-papà soffrono di una sindrome da stress-post-partum. Tornano a casa, affaticati ed affranti e trovano una donna-con-capelli dritti-e-occhi-p dall’ati-che-li-accoglie-con-un: "tieni... io devo lavorare e devo fare 100 cose!". La erinni in ciabatte "ammolla" loro un frugoletto che nella migliore delle ipotesi dorme... ma nella più plausibile delle ipotesi... "strilla". Notti insonni, pannolini nauseabondi da "gestire", niente sesso ed il peso mentale di essere; "quello che non sta a casa tutto il giorno con il bimbo... figurati, lavorare è riposarsi... al confronto". Saranno le testimonianze dei tanti "giovani-papà " intervistati a fare da base al racconto del protagonista. La cruda ed ironica visione maschile di una problematica che fino ad ora è stata solo ed esclusivamente appannaggio femminile. Nelle nostre case, quando il papà tornava a casa, la mamma diceva: "ora piano, che papà è stanco, ha lavorato tanto. Forza bimbi a cena e a letto". Oggi quando torna a casa il papà si trova un bimbo da gestire e... una "donna stanca e distrutta" che vorrebbe essere mamma, lavoratrice e donna e che forse "moglie" poco è...

 

 

Dal 9 al 19 gennaio 2014
FANCULO IL PIL
Di Sandro Torella
Con Sandro Torella
Sinossi
Per cercare di capire qualcosa nel mare magnum di dati e sigle economiche, un giovane docente “di sicuro precario” comincia a parlare ai suoi dall’ievi di economia. Sandro Torella si cala nella parte di un professore bizzarro che da qualche anno impartisce lezioni di gruppo esplicative e divertenti allo stesso tempo. Un monologo sui temi caldi della nostra società. Una spiegazione essenziale che sembra un manuale per la sopravvivenza tra gli squali bancari, ma anche una riflessione sul valore del denaro e il nostro atteggiamento nei suoi confronti. Si comincia dal manuale di Varian per capire cosa intendiamo con economia e, in sostanza, anche per definire che cosa sia il PIL e si arriva a un’interessante disquisizione sul signoraggio.
Eppure non pensate dall’a scientificità di Mydral o dall’a complessità di un trattato di Solow, siamo lontani dall’’accademismo. Fanculo il PIL è, infatti, uno spettacolo interattivo tendenzialmente comico che mette dalla berlina l'economia e la finanza tra comicità e riflessioni.

 

 

Dal 30 gennaio al 16 febbraio 2014
SOGNI PROIBITI
Sinossi
Dopo il successo di “Vietato ai Minori”, torna al Teatro Duse la comicità con “Sogni Proibiti”, una commedia dove l’inquietudine nella vita quotidiana trascina una coppia verso un delirio di fantasie e risate, dove il proibito si confonde con la normalità e i sogni più profondi nella realtà. Ogni personaggio diventa una marionetta nelle mani sapienti della psiche profonda per uno spettacolo dove, come al solito, è VIETATO NON RIDERE!

 


Dal 20 febbraio al 9 marzo 2014
CHI HA INCASTRATO ROMEO E GIULIETTA?
Di Paolo Andreotti
Con Rita Gianini, Domenico Astone, Davide Santarpia,
Gianfranco Fuggetta, Luci Sandro Di Cello
Sinossi
“Mentre nelle piazze della bella Verona, per antica ruggine, scoppia fra due famiglie di pari nobiltà una nuova rissa”, Rosalina Capuleti, cugina della più celebrata Giulietta, cerca di coronare, con un improbabile Montecchi di nome Valmonte, un sogno represso per 400 anni: vendicarsi di quella cugina che le ha rubato la scena e l’immortalità.
Non solo: vuole anche lei la sua storia d’amore, seppur con una sottomarca di Montecchi, ma le sue aspirazioni sono frustrate dagli stessi motivi che impediscono ai noti cugini di convolare a giuste nozze. allora, con la complicità di Valmonte, inizia a tramare, coinvolgendo uno stralunato fra’ Lorenzo, affinché la vicenda dei due amanti ufficiali raggiunga il lieto fine, diventando di fatto autrice indiretta e involontaria della famosa tragedia. La stessa vicenda dei protagonisti approda a un finale tragicomico quando Will (Shakespeare), che li ha sorvegliati per tutto il tempo, li fa eliminare da un sicario travestito da gendarme. Prendendo spunto dall’’opera originale ed utilizzandone alcuni personaggi, la commedia, sospesa tra farsa, parodia e teatro dell’assurdo, si sviluppa interamente dall’’interno di una “scannatoio” in quarantena per la peste, nel quale troneggia un grande letto a baldacchino.

Dal 13 al 30 marzo 2014
SHAKESPEARE 4EVER
Di Luciano Bottaro
Sinossi
Quattro delle più importanti opere del Bardo riviste secondo l'’occhio di uno strano autore che si pone delle domande ultime, quasi;amletiche come”se il Moro di Venezia non fosse stato geloso ma avaro?e se la regina Cleopatra non fosse stata così nobile? Se Giulietta e Romeo divorziassero?e se alla fine non ci fosse più tempo per rappresentare Amleto? Che cosa accadrebbe?” lo scoprirete solo guardando questo spettacolo. 

 

Dal 10 al 20 aprile 2014
SONO TALMENTE PRECARIO CHE VADO DI MODA
Di Betta Cianchini
Interpretato da Sandro Torella
Sinossi
Disarmato e disarmante. Il cervello di un “giovane” di oggi -estrapolato dallo status di Facebook– viene vivisezionato. La casistica lo mette in fila, lo esamina e poi lo ricicla. I media ne esagerano le abitudini, ne ignorano le attitudini. I genitori, (ex sessantottini) lo vorrebbero diverso. Anche lui “si vorrebbe” diverso. Ma da giovane esuberante si ritrova giovane in esubero. E la casistica incombe di nuovo e lui non ci sta. Un “one young-boy show”… un raccontarsi dal taglio ironico e sarcastico.

Dall’’1 al 18 maggio 2014
TESTACCIO SPARA
Di Massimo Mirani 
Con Massimo Mirani, Sandro Torella, Aurora Kostova
Regia Sandro Torella
Luci e fonica Mauro Torella
Scene Teresa Caruso
Costumi Loredana Ivagnes
Sinossi
Un omaggio al poliziottesco anni 70. La vicenda si svolge in una sola giornata ed è ambientata in una periferia romana devastata dalla violenza e dall’’incuria. Una storia che nasce in quegli anni e trova il suo epilogo nei giorni d’oggi, nell'incontro tra i tre personaggi: Max (un vecchio attore ex terrorista), Walter (un giovane amante del cinema anni 70) e Katia (ex parrucchiera e donna di Max ai tempi del poliziottesco). I tre si rincontrano in un’atmosfera rarefatta, fuori tempo. Uno spettacolo teso in cui si ride e ci si commuove.

 

 Dal 22 maggio dall’’1 giugno 2014
SPETTRI
Di H. Ibsen
Con Anna Mazzantini, Aldo Rizzuti, Mauro Torella, Sara Lavinia Martino, Michelangelo Nangano
Regia Sandro Torella
Sinossi 
E’ la storia di Helen Alving, da anni autoreclusa insieme alla giovane Regina sotto una campana di menzogne. A sconvolgerne la quotidianità è l’improvviso ritorno del figlio Osvald, allontanato da tempo e cresciuto come orfano, vittima di una malattia degenerativa. Questo ritorno impone alla madre la scelta tra silenzio e verità. Gli spettri sono i fantasmi del passato che tornano a turbare il presente dei vivi.

 

Duse Teatro
Via Crema, 8 Roma
Info 06.70305976 340.6485291
www.duseteatro.it
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Direzione Artistica: Sandro Torella

seguici su Facebook
seguici su Linkedin
seguici su Google +
seguici su Pinterest
seguici su Twitter