CARTELLONE - Teatro Argot Studio Uno - Gufetto Magazine

CARTELLONE - Teatro Argot Studio Uno


Dal 22 ottobre riprende ufficialmente la Stagione teatrale al Teatro Argot Studio che anche quest’anno lancia una nuova e ironica sfida al pubblico romano, che assomiglia ad un salto nel vuoto. Proponendosi ancora una volta come un importante punto di riferimento per molti artisti italiani, lo storico Teatro di Trastevere diverrà un vero e proprio crocevia culturale, ospitando 7 compagnie in stagione, affiancate dai 15 gruppi di Dominio Pubblico.


LA STAGIONE DEL TEATRO ARGOT dal titolo “PROVE DI VOLO stagione senza rete 2013/2014” COMPRENDE 7 SPETTACOLI di altissima qualità, vari progetti di Formazione, Laboratori per bambini, Reading e le storiche rassegne “La scena sensibile” e “Argot Off VI”; tra i Progetti speciali, la stagione congiunta con il Teatro Dell'Orologio, dal titolo Dominio Pubblico, 30 compagnie distribuite tra i due spazi, per tutti i week end.

PROGRAMMA

22-27 OTTOBRE 2013
Tamara Bartolini / Michele Baronio
CARMEN CHE NON VEDE L’ORA
Drammaturgia Tamara Bartolini
sonorizzazioni, canzoni, musiche originali Michele Baronio
canzoni originali Lucilla Galeazzi
suono Michele Boreggi
regia Tamara Bartolini, Michele Baronio
co-produzione | Residenza Carozzerie | n.o.t
co-produzione Sycamore T Company
produzione Bartolini/Baronio

Produzione prima fase del progetto in forma di Recital Associazione Cantalavita/Lucilla Galeazzi Carmen che non vede l'ora, prima ancora di tradursi sulla scena, è stato l'incontro con una biografia, con la storia di una donna incontrata durante uno dei nostri laboratori teatrali. Quella biografia che è andata trasformandosi durante il lavoro, parlava anche di noi, del nostro paese e ci poneva domande sul senso del raccontare ancora storie che ci riguardano. L'urgenza di questa narrazione è diventata un viaggio artistico attraverso un caleidoscopio di formati e linguaggi, nel tentativo di ricostruire una vita. Carmen è il viaggio di una donna qualunque alla ricerca della sua libertà, ma è anche il viaggio di un uomo alla ricerca della sua coscienza, che risponde cantando e suonando a quel gioco del teatro che il femminile mette in moto per ricucire, insieme al pubblico, ciò che la violenza ha fatto a pezzi.


14 NOVEMBRE - 2 DICEMBRE 2013
Teatri Uniti
FUOCHI A MARE PER VLADIMIR MAJAKOVSKIJ
di Andrea Renzi
con Andrea Renzi
luci Pasquale Mari
suono Daghi Rondanini
direzione tecnica Lello Becchimanzi
una produzione Teatri Uniti

Armato dei suoi versi e di una Smith and Wesson a canna corta, in una immaginaria conferenza cosmica e pirotecnica, il grande poeta russo si presenta in tutta la sua smisurata, tenera e trascinante vitalità. In un montaggio scandito dallo sparo suicida le gemme verbali, le burle immaginifiche, i concitati paradossi, gli amori disperati e carnali, le profetiche visioni di questo gigante del secolo scorso giungono fino a noi. Fuochi a mare per Vladimir Majakovskij è un tributo a un poeta e alla poesia pensata come Luogo della Vita.

17-22 DICEMBRE 2013
Psicopompo teatro
MUSICA ROTTA
di Daniel Veronese
traduzione e regia Manuela Cherubini
con Luisa Merloni, Marco Quaglia, Patrizia Romeo

Con questo romanzo Daniel Veronese racconta il grande tema della contemporaneità: la sopportazione del mistero non da un punto di vista religioso ma laico, il mistero che appare dietro la rottura della grande illusione della religione e della grande storia che tutto organizzava. Le opere che compongono Musica rotta furono scritte come tre lavori brevi a partire da una sola idea: il desiderio. Presentiamo i tre testi brevi che compongono Musica rotta. Sono tre pezzi distinti, legati da vincoli sotterranei, alcuni segreti, ma sempre aperti sull’abisso del mistero che avvolge ogni azione quotidiana, semplice nel suo apparire, mostruosa nel suo svolgersi, evolversi, ingigantirsi, deformarsi.


21-26 GENNAIO 2014
Oltre Confine
DON GIOVANNI
di e con Roberto Cavosi
musiche di ed eseguite al pianoforte da Alessandro Sgobbio

“Don Giovanni” è la rilettura del famoso mito visto in chiave antistorica. Il racconto si sviluppa partendo da una New Orleans di fine Ottocento, tra i barconi di schiave nere e il raffinato quartiere francese, per spostarsi nella Shanghai coloniale degli anni ’30 tra banche, miniere e fumerie d’oppio, concludendosi infine ai giorni nostri nel braccio della morte di una prigione californiana, dove i fantasmi dei carcerati sono assai simili ai capricci di Goja. La storia è un grande affresco epico dove la figura di Don Giovanni trova un’evoluzione alla sua tradizione letteraria del tutto inaspettata, in un susseguirsi d’immagini e grida, di carne, di lotta, di saliva e di pianto. E dove il “profumo fradicio del sudore umano durante un amplesso diventa di volta in volta odio e passione, incesto e meraviglia”.

11-23 FEBBRAIO 2014
Gloriababbi Teatro/Narramondo Teatro
A SLOW AIR
di David Harrower
traduzione Gian Maria Cervo e Francesco Salerno
regia Giampiero Rappa
con Nicola Pannelli, Raffaella Tagliabue
E’ la storia di due fratelli, Morna e Athol. I due non si parlano da 14 anni. Nei loro monologhi alternati raccontano la propria vita, i rapporti con i genitori, facendo emergere sentimenti spesso contrastanti. I loro ricordi e segreti si intrecciano con l’arrivo di Joushua che a sorpresa andrà a trovare lo zio Athol, scatenando una serie di eventi nuovi e sorprendenti. Questo testo poetico ci parla della famiglia con ironia e amore.

8 - 23 MARZO 2014
SCENA SENSIBILE
a cura di Serena Grandicelli
“Percorsi al femminile” sottende un modo di essere che fa la differenza … Cos’è allora questa differenza, di cui tanto si parla? Dalle proposte arrivate quest’anno per scena sensibile emerge che … è espressione di sé, è esplorare sé stessi e le proprie relazioni e sentimenti amorosi per ritrovare lungo il percorso artistico e psicologico un modo diverso per scoprire fantasmi e fantasie. Questi i temi affrontati, come sempre da vari punti di vista e dalle più diverse prospettive e angolazioni.


22 APRILE - 4 MAGGIO 2014
Associazione Marco Bellocchio
PORTE CHIUSE
di J.P. Sartre
traduzione e regia Filippo Gili
di Filippo Gili
con Piergiorgio Belloccio, Vanessa Scalera, Liliana Massari, Massimiliano Benvenuto
“A porte chiuse” è quella condizione dell’anima, ma potremmo dire dell’Io, all’interno della quale risulta impossibile l’autosufficienza, la coscienza di un sé che non passi attraverso il terrificante sguardo dell’altro. Terrificante perché è statutariamente terrificante la condizione dell’uomo, sospeso tra eterno tentativo di una autocognizione ‘essenziale’, e una fatale deriva esistenzialista.


6 - 18 MAGGIO 2014
Ar.Té/Argostudio
GOOD WITH PEOPLE
di David Harrower
regia Tiziano Panici
con Vanessa Scalera e Tiziano Panici
Jʼaccuse...! Citando le parole del giornalista e scrittore francese Émile Zola, il giovane Evan Bold ritorna nella vita della signora Helen Huges come un colpo di pistola. Helensbourgh è la piccola cittadina che ha custodito il segreto di Helen per quasi dieci anni; un fatto invisibile ed inquietante, nascosto nei suoi ricordi, che ha sconvolto la sua esistenza. A distanza di anni Evan riappare in città innescando un meccanismo di tensione destinato a deflagrare e che azzererà tutto improvvisamente, come una bomba.

Giugno 2014
ARGOT OFF 6_un sentiero per il futuro
Rassegna di Drammaturgia Contemporanea 2014
Costruire un percorso di indipendenza artistica e creativa è quanto di più difficile si può immaginare per le compagnie di recente formazione che vogliono, attraverso il teatro, essere specchio del proprio tempo. I sentieri per il futuro si snodano attraverso territori incerti: costruirli e renderli percorribili è un compito ambizioso. Argot Off, giunge quest’anno alla sesta edizione, continuerà a sostenere la diffusione di nuove poetiche e la ricerca di linguaggi innovativi capaci di rappresentare parte della scena contemporanea nazionale. Come ogni anno una giuria composta dalla direzione artistica del teatro e da un osservatorio critico avrà il compito di selezionare uno spettacolo che sarà inserito nel cartellone della stagione 2014 - 2015 del Teatro Argot Studio. Off si avvale della collaborazione di Ar.Té - Teatro Stabile d’Innovazione di Orvieto. La Direzione pubblicherà le modalità di partecipazione tra dicembre 2013 e gennaio 2014.

Dal martedì al sabato ore 21.00, la domenica ore 17.30
Teatro Argot Studio
Via Natale Del Grande, 27 | 00153 Roma
tel | fax 06/5898111 mobile 392 9281031
www.teatroargotstudio.com
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
tutti i giorni ore 21:00 – domenica ore 17:30
lunedì riposo

seguici su Facebook
seguici su Linkedin
seguici su Google +
seguici su Pinterest
seguici su Twitter