THE WHITE ROOM@Teatro Tordinona: risate fra follia e solitudine - Gufetto Magazine

Gufetto.it- Recensioni Teatro Roma

THE WHITE ROOM@Teatro Tordinona: risate fra follia e solitudine

Al Teatro TordiNona è in scena fino all’11 maggio Caterina Gramaglia con “The White room”, spettacolo vincitore del premio speciale off al Roma Fringe Festival 2013. Si tratta di un’opera breve e divertente che lascia molte risate e qualche piccola lacrima nel volto dello spettatore che non si lascia troppo incantare dalle caricature difficili che l’attrice mette in scena.

Il titolo dello spettacolo fa riferimento ad una “white room”, una stanza pensata come un foglio bianco, realizzata inserendo sulla scena dei teli bianchi che disegnano le pareti ideali di una stanza dove prende vita l’estro creativo della Gramaglia, trasformista, comica, incisiva, quasi folle ed eppure terribilmente spassosa. Prima l’attrice crea ed esaspera alcune figure del cinema e del teatro, come la giapponese Suzuky, Nora Duselli, Bambulè (un personaggio con bambole e led) portandole alla caricatura; infine, si immedesima nella felliniana Gelsomina, riscoprendone l’estremo senso di solitudine. Tra uno sketch e l'altro la Gramaglia si trasforma e sulle pareti bianche vengono proiettate le immagini di alcuni video girati dalla stessa attrice, che interpreta a suo modo il senso di solitudine e follia, le due parole chiave di questo spettacolo.

Quest’opera è infatti in bilico fra il riso e il pensiero. La Gramaglia interpreta dei personaggi che evidentemente le sussurrano delle emozioni contrastanti: le prime cinguettano teatralmente, gridano e si infuriano; l’ultima, Gelsomina, sussurra, è ripetitiva e tragica, come nella maschera felliniana.
La apparente dicotomia fra follia e solitudine è resa anche nei video che intervallano una figura dall’altra. Sono video spassosi nella prima parte dello spettacolo e poi piuttosto malinconici sul finale: significative le immagini di strade che sembrano non portare da nessuna parte, proiettate a fine spettacolo, le uniche in presenza dell'attrice stessa. Si tratta di una metafora del senso di depressione e solitudine che accompagna l’anima umana sperduta di Gelsomina, resa in modo nient’affatto caricaturale come le altre, ma riletta invece in una chiave intimistica, pessimista forse, e fragile, piuttosto suggestiva.

Caterina Gramaglia ci fornisce una prova istrionica ma anche profonda e merita certamente il plauso che gli spettatori del TordiNona le hanno tributato. Si potrebbe obiettare solo sulla brevità dello spettacolo, ma quando uno spettacolo è breve e intenso sia dal lato comico che tragico, risulta allora pienamente riuscito. Soprattutto perché in questo caso l’intensità della performance si misura nella carica emozionale del riso o del pensiero che l’attrice riesce a indurci suggerendoci, fra una risata e l’altra, quanto la solitudine e la follia siano sempre legate in un binomio tragicomico e a tratti surreale che accompagna la nostra vita lungo strade che spesso sembrano non portare da nessuna parte.

SycamoreTcompany presenta
THE WHITE ROOM
di e con
CATERINA GRAMAGLIA
scenografia: Gaia Giugni
costumi: Gloriana Manfra
luci e fonica: Marzo Zara

si ringraziano: Rosa Morelli, Mario Toccafondi, Riccardo Bocci, Ilza Prestinari, Gualtiero Burzi, Sebastiano Covone, Bruno Cipriani, Filippo e Tito etc...

Premio Special off – Roma Fringe Festival 2013
Secondo classificato per il Premio Produzione e Miglior Spettacolo – Roma Fringe Festival 2013

6-11 Maggio 2014
Teatro Tordinona
Via degli Acquasparta, 16, 00186 Roma tel +39 06.7004932 / 06.6879829
Orario spettacoli: dal martedì al sabato ore 21,00 e domenica ore 18,00

A questi link alcuni video realizzo da Caterina Gramaglia
https://www.youtube.com/watch?v=AAltN-OoqBA
https://www.youtube.com/watch?v=1g655MX-lwk
https://www.youtube.com/watch?v=LTXuPxQRZp8
https://www.youtube.com/watch?v=CyPUdHix0Q0
https://www.youtube.com/watch?v=cjEKfoG689o&feature=youtu.be

Pagina fb:
https://www.facebook.com/TheWhiteRoomProject?fref=ts

seguici su Facebook
seguici su Linkedin
seguici su Google +
seguici su Pinterest
seguici su Twitter