STUDIO SULLA VECCHIAIA@Casa delle Culture: invecchiare con follia e saggezza - Gufetto Magazine

Gufetto.it- Recensioni Teatro Roma

STUDIO SULLA VECCHIAIA@Casa delle Culture: invecchiare con follia e saggezza

 Ha debuttato uno dei capolavori del teatro dell’assurdo, tratto da ”Le sedie” di Eugene Ionesco, la compagnia Ginepro Nannelli dal 29 maggio al 22 giugno, è in scena dal giovedì alla domenica, al Teatro Casa delle Culture.

L’idea di Patrizia D’Orsi e Marco Carlaccini, attori e registi della piece, è quella di entrare completamente nel gioco del grande drammaturgo, e facendosi portare per mano da questi due “grandi vecchi”, esplorare il passato con l’occhio navigato dell’esperienza, accompagnati da una verve d’entusiasmo che non si è mai spenta.
La scena è buia e deserta, al centro i protagonisti, bianchi e vestiti di bianco, sono seduti, anzi accasciati sulle sedie. La luce meravigliosamente calda li illumina e li rende bellissimi. Siamo accolti da un misto vocio, femminile e maschile, che ci accompagna ai nostri posti, mentre non riusciamo a staccare gli occhi di dosso ai due, che incominciano a ricordare la loro vita insieme che è iniziata settantacinque anni prima.

Nel gioco dei ricordi lei è civettuola e seduttiva, lui un cavaliere intelligente che, se non ricorda, inventa e immagina; insieme ti rapiscono nel vortice del delirio e non ti senti seduto bensì galleggi e voli trasportato dall'intensità della loro vita che ti anima e ti turba.
Due in scena con due sedie che si moltiplicano per dieci, per cento, per mille; senti e vedi gli invitati immaginari e d’istinto ti sposti per non urtare nessuno nella folla. Un “per sempre” che non vede fine e si fonde nella follia e nell'amore che avvolto da un’energia inesauribile si nutre della sua stessa linfa vitale che ci contagia toccandoci nell'intimo.

Uno spettacolo imperdibile, come difficilmente capita di vedere, i due onorano la scena con i loro gesti e movimenti impeccabilmente in sincrono, e le luci di Giuseppe Romanelli disegnano con professionalità ed emozione tale sintonia.
Claudio Rovagna, musicista di talento, firma gli interventi sonori, che sono la cornice meravigliosa di questo quadro animato che vorremmo portarci a casa.
Una compagnia di artisti di ogni genere, riuniti con la loro creatività per donare il meglio raccontando la storia più antica del mondo, vivere, e ancora vivere a testa alta, tra passato e presente per prepararci al viaggio straordinario con grande ironia e dignità.

la compagnia Ginepro Nannelli presenta
STUDIO SULLA VECCHIAIA APPOGGIATI SU LE SEDIE DI IONESCO
diretto e interpretato da Patrizia D'Orsi e Marco Carlaccini
Interventi sonori Claudio Rovagna
Costumi Antonella D’Orsi Massimo
Disegno luci Giuseppe Romanelli
Tecnico luci Giulia Belardi

29 maggio 22 giugno 2014 in scena dal giovedi al sabato ore 21:30 e la domenica ore 18
CASA DELLE CULTURE
via San Crisogono 45 (piazza Sonnino – Trastevere)
06 58 15 71 82 - 06 58 33 32 53
www.casadelleculture.net

seguici su Facebook
seguici su Linkedin
seguici su Google +
seguici su Pinterest
seguici su Twitter