FRAMMENTI DA ČECHOV@Teatro Hamlet: malinconia e comicità in quattro opere di Čechov - Gufetto Magazine

Gufetto.it- Recensioni Teatro Roma

FRAMMENTI DA ČECHOV@Teatro Hamlet: malinconia e comicità in quattro opere di Čechov

Resterà in scena fino al 29 marzo al Teatro Hamlet del Pigneto, “FRAMMENTI DA CHECOV” di e con Gina Merulla, uno spettacolo in cui vengono rappresentati quattro atti unici, quattro piccoli quadretti del mondo cecoviano, davvero molto espressivi e ben curati.

Il primo è “Una natura enigmatica”, un comico dialogo tra un uomo e una donna che si incontrano in un treno. Lei ha sposato un uomo ricco e vecchio e quando questi viene a mancare, si trova nella spiacevole condizione di doverne cercare un altro.
Il secondo è “La signora col cagnolino”, in cui un uomo e una donna, entrambi sposati, si incontrano in un luogo di villeggiatura; tra loro nasce una relazione clandestina che sarà più importante di quel che si aspettavano.
Il terzo è “L’orso”, una commedia sulla vicenda di una inconsolabile vedova che, alla fine, cede alle inaspettate lusinghe di un creditore che le bussa in casa.
Il quarto è “Il canto del cigno”, un dialogo tra un consumato attore e il suggeritore, che si incontrano fortuitamente di notte nel teatro e ricapitolano insieme la carriera del primo.

Tutti e quattro i lavori scelti recano in sé una grande vis comica ma, come avviene in ogni opera del drammaturgo russo, in essi si nasconde, in modo nient’affatto velato, un profondo sguardo, dai toni amari, sulla condizione tragica in cui versa l’uomo: insicuro, pieno di dubbi, solo, condannato all'errore e alla mediocrità, soggetto al tempo che passa e incapace di perseguire i propri sogni e di essere felice. Le prove degli attori sono tutte di alto livello e davvero emozionanti e coinvolgenti: ci fanno ridere, piangere, ricordare, ci lasciano immedesimare nelle situazioni rappresentate, riuscendo a trasmettere perfettamente l’universalità del senso dell’opera cecoviana. Molto espressivi sia nell’uso della voce che nella padronanza della gestualità.

La scenografia è essenziale e minimale: sullo sfondo nero spiccano dei cubi e parallelepipedi bianchi di varie dimensioni, disposti in diversi punti della scena, andando a rappresentare, a seconda del momento, lo scompartimento di un treno, delle panchine, i mobili di una casa borghese o il camerino di un teatro. I costumi sono semplici ma eleganti, il colore di base è il nero con particolari gialli, blu o rosa a seconda dell’opera rappresentata. Notevole l’uso delle luci, che insieme a certi brani musicali (come ad esempio la celebre Sarabanda di Händel) creano un’atmosfera molto suggestiva.

Questo spettacolo vede il ritorno sulle scene dell’attore e regista franco-senegalese Mamadou Dioume, che interpreta l’attore Vasilij Vasil'ič Svetlovidov, sessantottenne che, ubriaco dopo una notte di bagordi e festeggiamenti a seguito di un suo spettacolo, rimane chiuso di notte nel teatro e si ritrova inaspettatamente insieme al suo suggeritore che dorme lì in segreto.
L’occasione è propizia per impegnarsi in un bilancio sulla propria vita, il proprio successo e per riflettere sul teatro stesso. «Che attore sono stato, che talento!», afferma Svetlovidov/Dioume, prima di esibirsi davanti all’ammirato suggeritore/pubblico nei monologhi più riusciti della sua carriera. Particolare e interessante la scelta di recitare uno di questi in francese, suggerendo gli importanti spettacoli in questa lingua, di cui Dioume è stato protagonista negli anni passati.

Emblematica dunque la scelta di questo personaggio cecoviano come ritorno sul palcoscenico dopo molto tempo e molto riuscita la sua interpretazione. Una rappresentazione che riesce a coniugare bene la sensibilità tardo-ottocentesca, l’universalità delle tematiche di Čechov e la contemporaneità dell’estetica scenica.

Info
FRAMMENTI DA CECHOV
TEATRO HAMLET via Alberto da Giussano, 13 - Roma (zona Pigneto)

Regia di Gina Merulla con Mamadou Dioume, Gina Merulla, Debora Giobbi, Sabrina Biagioli, Roberto Negri, Fulvio Maura, Massimo Giudici.

seguici su Facebook
seguici su Linkedin
seguici su Google +
seguici su Pinterest
seguici su Twitter