HORSE HEAD@Teatro Ambra Garbatella: squarciato e cucito, nessuno ha sentito! - Gufetto Magazine

Gufetto.it- Recensioni Teatro Roma

HORSE HEAD@Teatro Ambra Garbatella: squarciato e cucito, nessuno ha sentito!

Horse Head, la Testa del Cavallo, "ma quale cavallo in particolare?" ci si starà chiedendo: quello più famoso di tutti, che ha fatto parlare di sè in tutto il mondo, che è stato il fulcro del film "Il Padrino" di Francis Ford Coppola nel 1975. La testa l’hanno vista tutti nel film, ma se nella vostra mente si è formulata la domanda “Chissà come hanno fatto a portarla sul letto di quel regista?” allora HORSE HEAD al Teatro Ambra alla Garbatella fino al 30 Marzo 2014 è lo spettacolo giusto che potrà, senza ombra di dubbio, rispondere a questo quesito.

La scena inizia in una vecchia stanza, con pochi ed essenziali mobili, un lavandino, un mobile con sopra un telefono, una foto con annessa candela per ricordare il defunto e l’oggetto che sarà il fulcro della vicenda: un divano. Unici protagonisti della scena sono due fratelli, Fil (Filippo) ed Ed (Edmondo), egregiamente interpretati da Yaser Mohammed e Diego Migeni; il primo inizialmente appare come il leader, vestito con giacca e cravatta, pronto a sacrificare tutto per entrare a pieno diritto nella “famiglia”, mentre il secondo, con un abito a brandelli, canottiera bianca e bretelle, aspira a diventare un attore, ed è proprio per questo che è finito in America. Due parlate differenti, Fil si esprime solamente con il dialetto siciliano, mentre Ed ha ormai abbandonato quel dialetto per seguire il suo sogno e, come afferma lui stesso, è tutta colpa del “metodo Stanislavskij”.

Sul finale però i due protagonisti si scambiano quasi di ruolo, le loro personalità mutano, svelano ciò che l’uno non conosce dell’altro: Fil, in realtà, pur essendo entrato in marina non ha mai combattuto, ma è diventato un abile sarto ed Ed, senza alcuna speranza nel mondo dello spettacolo, è diventato un taglialegna. Entrambe le abilità saranno le ancore di salvezza del sarto e del taglialegna. La domanda “Chissà come hanno fatto..” ha risposta: l’abile Fil costruisce un cavallo con il divano con cui esercitarsi ed Ed impugna la sua ascia!

Durante l’atto unico non mancano battute comiche che mantengono accesa l’attenzione del pubblico e doppi sensi equini come “Prendo due birre così siamo a cavallo”, “Così ti imbizzarrisci!” o “Sei una furia!”. Il nervosismo per l’arduo compito è sempre in scena tra grida e battibecchi.
A fare da cornice a questo spettacolo che non ha nulla fuori posto ci sono la musica, con richiami al film "Il Padrino" e all'Italia e la combinazione azzeccatissima delle luci, che sui momenti più pregnanti rafforzano il gioco di luci e ombre e sono in perfetta sintonia con le tracce musicali.
Spettacolo che non lascia respirare il pubblico con i ritmi serrati che mettono a nudo la fragilità dell’uomo e la dura realtà mafiosa, incorniciati dalla bravura degli interpreti.

Per saperne di più:
HORSE HEAD - Teatro Ambra alla Garbatella dal 25 al 30 Marzo 2014

seguici su Facebook
seguici su Linkedin
seguici su Google +
seguici su Pinterest
seguici su Twitter