UNA PICCOLA IMPRESA MERIDIONALE@Teatro Alfieri: uno spassoso amarcod di una piccola impresa di entertainment - Gufetto Magazine

UNA PICCOLA IMPRESA MERIDIONALE@Teatro Alfieri: uno spassoso amarcod di una piccola impresa di entertainment

  • Stampa

È andato in scena dal 3 al 5 febbraio al Teatro Alfieri,“Una Piccola Impresa Meridionale” di Valter Lupo e Rocco Papaleo. Spettacolo? Monologo? Recital? Concerto? Persino Rocco Papaleo e il piccolo gruppo di musicisti sul palco con lui, Francesco Accardo, Jerry Accardo, Guerino Rondolone e Arturo Valiante, hanno qualche difficoltà a dargli una definizione. Ma una definizione chiara non è importante, e non crea nessuna forma di ostacolo al godimento di questo stralunato viaggio dal forte gusto di “meridione”.

Fluido, liquido, un po’ cabaret, un po’ concerto, un po’ di autobiografia, improvvisazione, invenzione. A tenere il tutto e a portarci in giro in questa divertente visita ad una collezione di impressioni, aneddoti e sapori (genuini), esattamente come farebbe un amico spassoso e un po’ fanfarone, è l’istrionismo di Rocco Papaleo. Racconta, canta, scherza, gioca, non solo per il pubblico, ma anche con il pubblico, che è lì, presente, è parte stessa dello spettacolo, chiamato in causa, interlocutore.

Questa piccola “impresa meridionale dell’entertainment” ci pennella una serie di cartoline di un meridione e di un gruppo di meridionali emigrati più al nord fuori dai cliché e dai tormentoni, mai pecoreccio, con qualche spruzzo di poesia e ogni tanto una piccola punta amara.
Sul palco, oltre ai microfoni, agli strumenti musicali (ci sono un piano, un contrabbasso, una chitarra, una strana scatola), sparsi in giro ci sono i frammenti di quelle barocche luminarie di paese, quelle canoniche che addobbano le vie principali dei paesi del sud a cavallo dell’immancabile festa del santo patrono. Un rimando che funziona.

La “colonna sonora” ha, come il resto dello spettacolo, un gusto un po’ jazz e un po’ blues dell’improvvisazione, del gioco, frammento dello spettacolo e non mero abbellimento. È un giro di giostra, di quelle su cui appena scesi hai già voglia di risalire per un altro giro, e da cui si esce leggeri, finendo ancora di pulirsi via la lacrima per l’ultimo eccesso di risa.
Un piccolo avvertimento: attenti alla foca, il pezzo musicale di chiusura. È una di quelle cose che vi si appiccicherà addosso e tornerà a tormentarvi anche dopo giorni, con inattesi e umoristici effetti collaterali.

Clicca qui per vedere i prossimi spettacoli del Teatro Alfieri

DAL 3 AL 5 FEBBRAIO 2015
UNA PICCOLA IMPRESA MERIDIONALE
Teatro Alfieri
uno spettacolo di Rocco Papaleo e Valter Lupo
regia Valter Lupo
con Francesco Accardo chitarra - Jerry Accardo percussioni
Guerino Rondolone contrabbasso - Arturo Valiante pianoforte
costumi Eleonora Rella - luci Marco Palmieri

Joomla SEF URLs by Artio
seguici su Facebook
seguici su Linkedin
seguici su Google +
seguici su Pinterest
seguici su Twitter