Oggi a Roma presentazione di KATIUSCIA LA DIVA RIBELLE - Gufetto Magazine

Oggi a Roma presentazione di KATIUSCIA LA DIVA RIBELLE

  • Stampa

26 Maggio 2014 ore 18.30

 

Università eCampus

 

-via del Tritone 196, Roma-

 

PRESENTAZIONE DEL LIBRO

 

KATIUSCIA

 

La diva ribelle

 

di Caterina Piretti

 

(Giulio Perrone Editore)

Con l’autrice interverranno Massimo Ciavarro, Mariacarmela Leto, Carmelo Albanese

Ingresso libero

I diari segreti della diva dei fotoromanzi che scosse gli anni ‘70

Caterina Piretti, in arte Katiuscia, è stata una diva dei fotoromanzi. Tra le attrici e gli attori che ne hanno segnato l’epopea, la sua storia è molto particolare. Aveva solo quindici anni quando divenne famosa. Le pagine di questi suoi diari, scritte a distanza di trent’anni, costituiscono, attraverso il coraggioso racconto della sua storia di vita, un’utile metafora per i tanti che ambiscono, soprattutto oggi, a cimentarsi con la rincorsa al successo. Una specie di manuale per piccole devozioni domestiche. Una bussola di orientamento che si materializza pagina dopo pagina, utile a filtrare le luci calde dei sentimenti essenziali per la persona, dai bagliori indistinti della ribalta. La semplicità nel sentire di nuovo il sole sulla pelle, dopo il clamore degli autografi, del successo e del lusso; il valore dell’amicizia di quanti la aiutarono nel delicato momento della sua lotta personale contro la tossicodipendenza, da contrapporre alla conoscenza coatta dei tanti Vip che presenziavano ad ogni sua mega-festa; il sapore dell’amore reale, per il suo compagno, per il figlio, per la sorella-collega Paola, da contrapporre agli amori dal sapore glamour che si avvicendavano nella sua vita, a metà tra realtà e finzione, nei tumultuosi anni della celebrità. Nei diari, compaiono nomi e situazioni, che aiutano a leggere, da un’angolatura molto particolare, quel periodo della società italiana. Da Franco Califano a Renato Zero; da Luca di Montezemolo a Mauro Rostagno; dal movimento femminista alle prime dive superpagate di TV e moda; da Joe Dallessandro a Benigni; dalla Sala Pichetti, alla Fregene laboratorio intellettuale di fine anni settanta; dai Parioli al Trullo; dalle hall degli Hotel di lusso, alla comunità di recupero di Saman; dai viaggi in India alle feste della Roma bene; dalla famiglia al disastro dell’eroina negli anni settanta; dalle interviste fatte per Grand Hotel al carcere; dalle vette della fortuna economica, giù, in caduta libera, fino alle soglie della sopravvivenza. In altre parole, queste memorie di una diva ribelle, costituiscono una mappa di sopravvivenza: dall’accecamento mortale dell’apparenza alla semplicità della vita, descritto con uno stile semplice e diretto, che raggiunge, senza possibilità di fraintendimento, la pelle e il cuore.

 

Info Ufficio Stampa eCampus: 06 69940111

Joomla SEF URLs by Artio
seguici su Facebook
seguici su Linkedin
seguici su Google +
seguici su Pinterest
seguici su Twitter