Di bene in peggio di Paul Watzlawich - Gufetto Magazine

Di bene in peggio di Paul Watzlawich

  • Stampa

Cerchiamo ogni giorno rassicurazioni, certezze, risposte a domande forse troppo complicate nella loro semplicistica chiarezza.

Abbiamo un problema... vogliamo soluzioni.
Ok, va bene. Ma dove ci portano queste soluzioni? Incontro a cosa andiamo nel momento in cui cominciamo un percorso minato sulla via delle buone intenzioni?

Il grande Watzlawick spiega in questo libriccino il concetto di ipersoluzione ovvero un modo di cercare di affrontare con la massima buona volontà problematiche di qual si voglia natura, che però portano a disastrosi risultati.

Perché? Perché in soldoni siamo inclini a complicarci la vita, ad avere un approccio parossistico e risolutorio che altro non fa che farci cadere nelle grinfie di Ecate... cosa c'entra Ecate mi state chiedendo?

Non turbate con queste domande una povera ragazza che cerca la tranquillità... leggete il libro...

In tre righe? Sai", dice un antropologo ad un collega, "hanno finalmente scoperto l'anello mancante tra la scimmia e l'Homo sapiens." "fantastico: e qual è?" chiede l'altro; il primo risponde: "L'uomo..."

Parole di The Oyster Cult

Di bene in peggio
Autore: Paul Watzlawick
Feltrinelli- pp.gg. 88 - 6.50€ - sesta edizione 2005

 

 

Joomla SEF URLs by Artio
seguici su Facebook
seguici su Linkedin
seguici su Google +
seguici su Pinterest
seguici su Twitter