APPUNTAMENTO CON LA CROAZIA SETTENTRIONALE - Gufetto Magazine

APPUNTAMENTO CON LA CROAZIA SETTENTRIONALE

 

Con l’approssimarsi della stagione estiva il pensiero comincia a volare verso le vacanze e la tentazione di conoscere luoghi e popoli diversi è sempre viva anche nei più abitudinari: fare turismo in definitiva significa affrontare esperienze sempre nuove e diverse per arricchire le proprie conoscenze.

Viaggi e vacanze ormai si preparano attraverso internet, ma aver l’occasione di ascoltare il racconto di una regione da parte di chi la conosce fornisce input che nessuna ricerca a computer può dare e soprattutto permette approfondimenti originali e circostanziati nei più svariati settori.

Un appuntamento da non mancare è quindi quello di domenica 13 aprile alle 17.00 presso la Biblioteca di Baranzate - MI (via Trieste 23) sul tema “Alla scoperta della Croazia Settentrionale” durante il quale la dott.ssa Vesna Martinis e la dott.ssa Bianca Snjezana Misura illustreranno gli aspetti storici, culturali e paesaggistici della regione insieme a molte curiosità e a un itinerario architettonico d’impronta barocca.

La Croazia Settentrionale oltre a splendidi scorci paesaggistici e a una natura incontaminata offre numerose vestigia del passato (l’area di Zagabria era abitata fin dal periodo neolitico e in zona si possono ammirare i ben conservati resti della romana Andautonia) e delle vicende storiche come quelle che opposero per secoli la sede vescovile creata nel 1094 dal re d’Ungheria Ladislao sulla collina di Kaptol e la comunità (non soggetta al Vescovo) sviluppatasi sulla dirimpettaia collina di Gradec. Le due comunità si combatterono per secoli fino all’inizio del XVII secolo quando unitesi formarono Zagabria. Nel continuo contrasto vi erano comunque momenti di collaborazione dovuti alla necessità di fronteggiare insieme i pericoli esterni come i Mongoli o alle tre fiere commerciali che si svolgevano ogni anno.

La parte antica è quindi d’impianto medievale con chiese, palazzi, musei e antiche fortificazioni.

Assolutamente da visitare - inserita nel vicino e incontaminato parco di Maksimir sulle pendici della Medvednica (bellissimi i sentieri nel bosco) - è la fortezza di Medvedgrad risalente al XIII secolo, recentemente restaurata, che si erge imponente con le sue mura maestose e le torri massicce sulla sommità della montagna. Sulla catena sorgono inoltre altre due fortezze: Susedgrad (probabilmente del XIII secolo) e Zelingrad.

Per approfondire questi temi e per altre informazioni e curiosità l’appuntamento è alle 17.00 di domenica 13 aprile alla Biblioteca di Baranzate (via Trieste 23).

 

seguici su Facebook
seguici su Linkedin
seguici su Google +
seguici su Pinterest
seguici su Twitter