PERCHE’ NON CI LASCIANO GIOCARE CON LA TERRA@Teatro Agorà: si può essere davvero liberi? - Gufetto Magazine

PERCHE’ NON CI LASCIANO GIOCARE CON LA TERRA@Teatro Agorà: si può essere davvero liberi?

L'arte della gioia: dagli scritti di Goliarda Sapienza, adattati da Silvia Manciati, nasce “Perché non ci lasciano giocare con la terra?” Già semifinalista al Fringe Festival 2014, lo spettacolo diretto da Alessia Barbieri Pomposelli torna in scena al Teatro Agorà fino al 1 marzo.

Nell'aria profumo di terra, il palco ne è coperto: gli attori attendono il pubblico, interpreti muti di una storia che sta per rivelarsi. La narratrice (Viola Sartoretto) è in gabbia, rapita dal consueto nascondiglio fuori campo ed esposta lì, al centro, tra pareti di bende. Prigioniera che interroga gli sguardi curiosi degli spettatori: «si può essere davvero liberi?».

La libertà, sfuggente oggetto del desiderio, diventa il motore del racconto: una vita rivelata per frammenti, attraverso il montaggio di episodi biografici. Donna e bimba, madre e figlia, amante e vittima, contesa tra personaggi maschili (interpretati da Davide Maria Marucci) e femminili (Arianna Paravani), Modesta (Silvia Manciati) sperimenta l'essere al mondo: la violenza dell'esistere diventa passione del resistere, attraverso la pratica rivoluzionaria della gioia, del gioco, del libero pensiero.

Un processo che dà vita a una danza continua: non c'è quiete nella mimica, nei gesti degli attori. Sempre in scena, in attesa che la storia dia loro la parola. La musica li accompagna, modula il ritmo del racconto scenico, cambia la prosa in poesia. Parole misurate, parole dense, parole che trovano eco nello spazio arcaico definito dall'azione scenica, dall'incontro-scontro dei corpi che lì si carica di significato.
Una rappresentazione di grande impatto emotivo, espressione sinestetica di quell'ansia libertaria che, tratta dalle pagine di una grande scrittrice, viene scagliata dritta nella coscienza. Nella fragilità di una donna, l'essere umano. Perché non tornare a giocare con la terra?

DAL 24 FEBBRAIO AL 1 MARZO
"PERCHÉ NON CI LASCIANO GIOCARE CON LA TERRA"
adattamento di Silvia Manciati
regia di Alessia Barbieri Pomposelli

TEATRO AGORÀ
via della Penitenza, 33

seguici su Facebook
seguici su Linkedin
seguici su Google +
seguici su Pinterest
seguici su Twitter