LOVE DATE@ Teatro Lo Spazio, l’amore ai tempi di internet - Gufetto Magazine

LOVE DATE@ Teatro Lo Spazio, l’amore ai tempi di internet

E' andata in scena il 20 marzo scorso, al teatro Lo Spazio, la prima nazionale dello spettacolo “Love Date” della compagnia teatrale Stregatti di Alessandria. Opera tutta piemontese, vincitrice del terzo premio “Autori nel cassetto, attori nel comò” concorso arrivato alla sesta edizione, dedicato ai corti teatrali e organizzato dal teatro Lo Spazio nel luglio 2013.

L’autore del corto, il giovanissimo Luca Zilovich, è anche l’attore protagonista insieme a Francesca Pasino. La scenografia è ridotta al minimo: otto sedie sistemate in fila di fronte al pubblico e sulla scena 5 diversi incontri tra giovani coppie che si sono conosciute in chat.
Il ragazzo, interpretato da Luca Zilovich, è sempre lo stesso, le ragazze, impersonate da Francesca Pasino, cambiano ogni volta e si parte da Monica, giovane donna avvenente e procace per passare a Emma ragazza tutta presa dalle discipline orientali. Il registro degli incontri, tutti molto brevi, passa dal comico, al drammatico; su tutti aleggia la figura un po’ inquietante di Theo, quasi un’ossessione per le giovani donne che partecipano agli incontri.

Quello che si vuole raccontare sono i rapporti d’amore di una generazione un po’ sbandata, priva di punti di riferimento e incapace di comunicare con il prossimo. Una generazione di giovani che si affida ad internet per incontrare possibili partner, in cerca di storie “modi e fuggi”.
Nella stesura del testo, Luca Zilovich è fortemente ispirato dal pensiero del sociologo e filosofo polacco Zygmunt Bauman e da una serie di autori americani contemporanei tra i quali spicca David Alan Mamet (drammaturgo, sceneggiatore, produttore cinematografico e regista).

La regia delle spettacolo è di Gianluca Ghnò e Giusy Barone della compagnia teatrale piemontese “Stregatti” che contribuisce a dare allo spettacolo un taglio molto cinematografico, con dialoghi brevi e concisi e mai banali. Bravi i due attori, che nonostante la giovane età, riescono a tener alta l’attenzione del pubblico e a creare quella tensione e alone di mistero che ci accompagna fino alla fine.

seguici su Facebook
seguici su Linkedin
seguici su Google +
seguici su Pinterest
seguici su Twitter