DUE DONNE E UN ANTIFURTO in scena al Teatro de Satiri dal 13 al 24 maggio - Gufetto Magazine

DUE DONNE E UN ANTIFURTO in scena al Teatro de Satiri dal 13 al 24 maggio

Scritta da Alessandro Mancini e diretta da Pascal La Delfa, è in scena al Teatro dei Satiri dal 13 al 24 maggio, “Due donne e un antifurto”, originale ed allegra commedia, brillantemente interpretata da Angela De Prisco e Barbara Mazzoni.

La storia è quella di Ketty e Sererna, due donne che condividono casa, ma sono totalmente lontane per carattere e scelte di vita: libertina e disordinata la prima, bacchettona e maniaca dell'ordine la seconda. Se il loro incontrarsi in casa è inizialmente relegato solo allo spazio di qualche simpatico alterco, un evento le costringerà a passare insieme più tempo e a lavorare unite alla soluzione di un problema: la presenza dei ladri nella zona. La soluzione è un antifurto cinese dalle sembianze umane, un uomo non in cane ed ossa, ma capace comunque di far venir fuori manie e sentimenti di ognuna delle due donne, facendo infine cedere un po’ entrambe verso il lato opposto al proprio.

La scrittura è veloce, ironica in maniera originale e a tratti surreale. Verso questi toni conduce anche la coloratissima scenografia, curata da Francesca Zein Batayneh, volutamente resa tale da piccoli oggetti ricoperti di nastro adesivo e carta colorata, nella quale prendono parte una serie di grandi cuscini a forma di pesce, alcuni adagiati sul divanetto che fa da centro alla scena, altri appesi al muro retrostante, sul quale figura anche il macabro ritratto della nonna di Serena, che è parte integrante della storia.
Proprio il divano è sede del susseguirsi dei dialoghi dai toni serrati, fatti di gag e ammiccamenti allo spettatore, con frequenti richiami a scene del cinema oltre che della vita quotidiana.
Forza maggiore della commedia sono senz'altro le due attrici Angela De Prisco e Barbara Mazzoni, mai scontate, grintose, esuberanti. La loro presenza sul palco è innanzitutto fisica e capace di coinvolgere e divertire per tutta la durata dello spettacolo.
Una commedia dunque da vedere, anche per ritrovare nei caratteri esagerati dei personaggi in scena vizi e psicosi del proprio essere.


 

SCONTO SUL BIGLIETTO A 15 EURO PRENOTANDO COME LETTORI DI GUFETTO (06 6871578)!!


 

info
DAL 13 AL 24 MAGGIO

“Due donne e…un antifurto” di Alessandro Mancini
Angela De Prisco, Barbara Mazzoni
regia Pascal La Delfa
Teatro dei Satiri

Repliche dal mercoledì al sabato ore 21,00
La domenica ore 18,00

TEATRO DEI SATIRI (Sala Agus)
Via di Grotta Pinta, 19 - Tel. 06 6871578

CREDITI
Protagoniste Angela De Prisco e Barbara Mazzoni
Scritto da Alessandro Mancini
Regia Pascal La Delfa
Scene e costumi Zein Batayneh
Fonica Monica D’Ottavi
La voce di Gelsomina Carmine Del Grosso


Dietro le quinte con Gufetto
Intervistiamo Angela De Prisco e Barbara Mazzoni...

R.Matassa: Innanzitutto complimenti, bravissime voi e divertentissimo lo spettacolo. Oltre al fatto di divertire molto voleva esserci qualche tipo di provocazione nello spettacolo, di ammiccamento allo spettatore?

A.D.P. In realtà la finalità del nostro spettacolo è esclusivamente quella di far divertire, anche se dice di sicuro molte cose nelle quali le donne si riconoscono, cose che pensano degli uomini situazioni nelle quali si trovano, come quella tipica del non riuscire a dimenticare un uomo anche quando si sa che non è quello adatto a sé. Perché noi donne siamo così.

B.M. Sì, è proprio uno spettacolo per far divertire. In questi due caratteri estremi le persone sicuramente si riconoscono, riconoscono le proprie manie anche lì dove sono state estremizzate.
Anche la situazione stessa di una convivenza tra due persone diametralmente opposte viene presentata come qualcosa che tutto sommato si può fare!

R.M. Vi siete divertite nel portare in scena lo spettacolo?
B.M. Ci siamo divertite e ci divertiamo ogni sera tantissimo.
A.D.P. Anche questa sera ci sono state molte cose divertenti.
R.M. Quali sono i vostri progetti futuri?
B.M. Tantissimi!
A.D.P. Stiamo preparando una commedia, ma sarà per il prossimo anno. Il progetto immediato è quello di una vacanza.
B.M. O una commedia in una Spa!


NOTE STAMPA


 

Va in scena al teatro de’ Satiri dal 13 al 24 maggio “DUE DONNE E…UN ANTIFURTO” commedia scritta da Alessandro Mancini e diretta da Pascal La Delfa. RIDUZIONE BIGLIETTO A 15 EURO, prenotando come lettori di Gufetto al 06 6871578

Lo spettacolo racconta di Ketty e Serena, due coinquiline dai caratteri molto diversi, alle prese con la loro quotidianità, i problemi di lavoro, gli amori, che abitano all’interno di un grande condominio in un quartiere della periferia romana. Dopo un tentativo di furto in casa, terrorizzate dall’accaduto, decidono di mettere in sicurezza il loro appartamento ricorrendo ad un antifurto efficiente, economico e sicuro, naturalmente “made in Cina”, che inaspettatamente cambierà le loro vite incomplete e precarie.
Sarà infatti un antifurto poco convenzionale a far mettere in gioco le due protagoniste. Così Ketty (Barbara Mazzoni) la svampita e libertina svelerà i motivi delle sue scelte di vita, mentre Serena (Angela De Prisco) la “bacchettona” e maniaca della casa, sarà costretta a fare i conti con le sue fissazioni.

Lo spettacolo è fra i classici recensiti da Gufetto: nel 2012 G. Flammini scrisse dello spettacolo: “Le due attrici Angela De Prisco e Barbara Mazzoni offrono una comicità frizzante mai volgare e una recitazione perfetta dove non mancano situazioni impegnative accompagnate da musiche originali come la colonna sonora di Ghost, Titanic, dei famosi cartoni animati “Lady Oscar” e “Candy Candy” passando per “La Donna è Mobile”, “Sempre libera”, “Nessun dorma”, brani che sono entrati nella vita di molti di noi e danno quel tocco in più a una commedia brillante”.
DUE DONNE E UN ANTIFURTO@Teatro Accento: una psicologia tutta al femminile
G. Flammini marzo 2014

La Delfa torna così ad esplorare l’animo femminile da una prospettiva ironica e spassionata.
Nel suo curriculum ricordiamo lo spettacolo “SINGOLO” andato in scena al Teatro Accento (vedi recensione di S. Suarez "SINGOLO@Teatro Accento: il flusso di coscienza di un Uomo in rivolta") nel febbraio 2015.
Poi L'AMORE QUANDO C'ERA sempre all’Accento nel febbraio 2014 (vedi recensione: "L'AMORE QUANDO C'ERA: come si intrecciano vita e amore") e in ROMA:SINGOLARE, FEMMINILE sempre all’Accento nel gennaio 2014 (vedi Roma:singolare, femminile@Teatro Accento - Roma).


Di Pascal La Delfa la redazione scrive così:
“Una scenografia curata in ogni dettaglio dove spicca al centro del palco un grosso divano gonfiabile, uno spettacolo da vedere a da godere dall'inizio alla fine diretto con la solita maestria e originalità da Pascal La Delfa e scritto da Alessandro Mancini”.
DUE DONNE E UN ANTIFURTO@Teatro Accento: una psicologia tutta al femminile
G. Flammini (marzo 2014)

“La trasposizione di un’ opera letteraria in una teatrale non è sempre facile ma il regista Pascal La Delfa ci è riuscito alla grande fornendo spunti interessantissimi, una rappresentazione intrisa di riflessioni e suggestioni tangibili, ricca di idee e schemi registici variegati dall'utilizzo del video, dell’email, degli sms e scene componibili che uniscono e separano i protagonisti sulla scena”.
L'AMORE QUANDO C'ERA: come si intrecciano vita e amore"
G. Flammini (febbraio 2014)

Note di regia
In un’atmosfera surreale, resa tale dalle scenografie e i costumi di Zein Batayneh, “Due donne e un antifurto” è uno spettacolo a metà strada tra la situation comedy e un grande cartone animato, dove attraverso l’ironia si arriva a toccare temi profondi come quello della solitudine e dello stare bene con se’ stessi e con gli altri.
Lungi dall’avere uno spessore psicologico, né tantomeno filosofico, il testo cucito addosso alle due attrici dalla mano comico-sartoriale di Alessandro Mancini, scorre al ritmo di gag verbali e fisiche con i protagonisti della pièce: Serena e Ketty, ma anche un ladro misterioso, la signora Gelsomina e naturalmente lui, Arturo, il vero protagonista della storia che sarà il nuovo punto di riferimento per gli spettatori di sesso maschile.
E ancora il quadro della zia, l’alano e il chihuahua, la polizia e Piermassimo. Una carrellata di protagonisti invisibili ma presenti.
“Due donne e…un antifurto” è uno spettacolo ironico e irriverente dal tono scanzonato che fa emergere con amarezza e sincerità il mondo nascosto in ogni donna che virtualmente ogni uomo, come un ladro, vorrebbe rubare. Riusciranno le nostre protagoniste a cambiare la combinazione dell’antifurto che protegge il loro cuore e far entrare l’uomo della loro vita?

seguici su Facebook
seguici su Linkedin
seguici su Google +
seguici su Pinterest
seguici su Twitter