ORLANDO BODLERO@Fringe Festival 2014: la rappresentazione della Poesia - Gufetto Magazine

Gufetto Mag - Testata registrata online di informazione gratuita di Teatro, Arte, Libri e Cultura

ORLANDO BODLERO@Fringe Festival 2014: la rappresentazione della Poesia

Dall’8 al 10 giugno sul palco C del Roma Fringe Festival è di scena “Orlando Bodlero” di Mario Fedeli e con Daniele Fedeli e Manuela Mosè della Compagnia degli Innamorati Erranti. Sul Palco un giovanissimo e talentuoso Daniele Fedele che per 60 minuti circa invade la scena e letteralmente ipnotizza la platea con una sorta di monologo intervallato solo da alcuni brevi e poetici momenti della voce fuori campo di Manuela Mosé.

Orlando Bodlero è un poeta, anzi è la rappresentazione della poesia. La storia di un poeta che non vuole morire. La rappresentazione dell’irrazionale, del non ragionevole. Al centro del palco Daniele Fedeli con indosso un consumato completo nero alla Charlie Chaplin con tanto di bombetta e ghette ai piedi. In mano ha vecchia una valigia e una cornice, un basso elettrico sulle spalle, insieme ad una misteriosa sacca bianca che con pochi accorgimenti si trasformerà in una sorta di pupazzo vivente e infine in un ombrello dal quale pioveranno foglietti accartocciati: le sue poesie. Orlando è un personaggio che potrebbe essere di qualsiasi epoca e di qualunque mondo, una sorta di piccolo principe, “figlio di terra e di cielo stellato”.

Daniele Fedeli da vita ad una performance teatrale a tutto tondo, con momenti di musica, parole, e danza, il tutto ad un altissimo livello. Un omaggio alla poesia e alla figura del poeta che riesce a commuovere, divertire, stupire e soprattutto a tenere alta l’attenzione del pubblico fino all'ultimo secondo. Belle le invenzioni sceniche tra le quali ricordiamo la sacca che diviene ombrello e il cavallo di legno alato che entra sulla scena proprio sul finale e sembra portarsi via il nostro novello don Chischiotte.

Spettacolo carico di mille significati che forse andrebbe rivisto una seconda volta per poterli apprezzare e comprendere tutti fino in fondo. Chiarissimo fin da subito è invece il grande talento di questo giovane attore che riesce a trasmettere tutta la sua passione e amore per il teatro e la voglia di sperimentare e mettersi in gioco di tutta la compagnia degli Innamorati erranti, che sono sicura, rivedremo presto sui palcoscenici Romani e non solo.

seguici su Facebook
seguici su Linkedin
seguici su Google +
seguici su Pinterest
seguici su Twitter