PIù LIBRI PIù LIBERI-In giro fra gli stand della piccola e media editoria - Gufetto Magazine

PIù LIBRI PIù LIBERI-In giro fra gli stand della piccola e media editoria

L’edizione 2014 di PIù LIBRI PIù LIBERI (di cui abbiamo riportato i numeri), ha rappresentato il ritorno di Gufetto, nel mondo delle “storie di carta”, quelle che prima di leggere, si sfogliano, si annusano, si toccano e poi, si vivono. Torniamo ad occuparci di libri con lo stesso “feticismo”, la stessa curiosità e passione che un lettore mette in atto quando deve acquistare un libro.

Alla fiera della piccola e media editoria di Roma, quest’anno, ci siamo affacciati con curiosità, girando tra gli stand, cercando originalità, creatività nel presentare i propri prodotti editoriali e come si suol dire, chi cerca trova.

Una delle prime case editrici che ci ha incuriosito ed attratto, è stata la NEO edizioni (www.neoedizioni.it), di Castel di Sangro (Aquila). Si sono presentati in fiera con l’offerta 1 libro acquistato, 1 birra (fresca) in omaggio. Una lampada realizzata su un vecchio telefono SIP a rotella, la dice lunga sull’originalità di questa casa editrice. Copertine graficamente belle, colorate ed accattivanti disegnate da Toni Alfano che ha aperto anche una collana di grafic novel, titoli originali, non scontati, provocatori e coraggiosi; Tutto quello che in definitiva racchiude la linea editoriale dei “NEI”. “Facciamo scouting sul web, cerchiamo stili di scrittura “ariosi” per la nostra collana di narrativa italiana, stili più pop per le poesie e la saggistica”. “Siamo attivi da 8 anni” continua a raccontare uno dei fondatori della casa editrice, “con l’idea chiara di promuovere un tipo di letteratura priva di dettami e condizionamenti, di ipocrisie, di tradizionalismi” come anche sanciscono nella loro linea editoriale. Ed ecco quindi che a riempire il loro tavolo spiccava tra tutti una raccolta di poesie “L’amore non si cura con la citrosodina” di Alessandra Racca (https://www.facebook.com/alessandra.racca ), oppure la raccolta di racconti “La vita sobria” e il romanzo “Mette pioggia” di Gianni Tetti (https://www.facebook.com/gianni.tetti).

Qualche stand dopo, un cartello attira la mia attenzione: “Volete sapere perché siamo una pecora nera? Chiedetecelo”. E così ho fatto. Mi ha risposto con passione e gentilezza l’editore di La Pecora nera, Simone Cargiani (https://www.facebook.com/simone.cargiani ). Sono indipendenti (www.lapecoranera.net ), “per vocazione” sottolinea! Per una casa editrice che pubblica guide enogastronomiche, indipendenza significa non pubblicare recensione di ristoranti dietro pagamento dello spazio ... e non è poco! Ed ecco quindi che nel mare di guide blasonate, possono vantare una libertà di giudizio e scelta. Una strada controcorrente che mette le loro guide, “Roma nel piatto”, “Roma del goloso” (realizzate in modo analogo per Milano) al primo posto della classifica per autenticità ed attendibilità. Pochi titoli ma buoni, come ultima, creativa e originale idea, la guida sugli istituti superiori di Roma “Scuole di Roma” di Luisa Arezzo (www.scuolediroma.it ); uno strumento utile per orientare i ragazzi ed i genitori sulla scelta scolastica con giudizi, servizi, livello qualitativo dell’offerta didattica.
Insomma, una vera “pecora nera” ed una curiosa sorpresa nell'offerta della giovane piccola e media editoria. Bravi!

seguici su Facebook
seguici su Linkedin
seguici su Google +
seguici su Pinterest
seguici su Twitter